La sottovalutazione dei rischi può comportare un’errata considerazione delle priorità e delle responsabilità e nel peggiore degli scenari possibili, la mancanza di consapevolezza dei rischi può mettere a repentaglio il futuro dell’intera organizzazione. Per questo è necessario che venga strutturato e consolidato un piano di reazione efficace da mettere in atto quando le circostanze lo richiedono, e che segua la strategia studiata conseguente alla analisi del rischio.

Le aziende che hanno adottato un Sistema di gestione del rischio hanno ottenuto un significativo miglioramento nell’efficienza dei processi aziendali, con conseguente ottimizzazione di costi e risorse. I risultati conseguiti hanno trasformato anche la visione strategica del management aziendale, evolvendo da una considerazione passiva del rischio verso una logica proattiva, che tenta di trasformare un esito incerto in un’opportunità.

WEKEY trasforma questo paradigma consolidato in un processo dinamico, in grado di prevedere l’insorgenza di nuovi rischi o la variazione di quelli esistenti, e impostando per tempo le azioni preventive e correttive per preservare la continuità aziendale nei momenti di crisi.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Scopri le soluzioni più efficienti per la tua azienda.

CERTIFICAZIONE ISO 31000

ISO 31000 è lo standard internazionale che consente di migliorare in modo proattivo l’efficienza gestionale e manageriale in azienda, fornendo una serie completa di principi e linee guida per aiutare le organizzazioni a eseguire l'analisi e la valutazione dei rischi.

La norma UNI ISO 31000 afferma che “la gestione del rischio crea e protegge il valore” sottolineando come la gestione del rischio sia finalizzata a fare in modo che l’azienda continui a persistere e svilupparsi nel tempo e abbia la capacità di reagire al cambiamento. Pertanto, “la gestione del rischio è parte integrante di tutti i processi dell’organizzazione” e, quindi, deve essere improntata come trasversale a tutti i processi della stessa.

WEKEY accompagna le imprese nell’ottenimento della certificazione da parte di un organismo accreditato, definendo un metodo coerente con la norma interazionale che considera la valutazione e la gestione del rischio un’attività sistematica, che in quanto continua e strutturata, diviene più efficace ed efficiente anche in termini di tempi di risposta. Scegliere WEKEY significa avanzare nel mercato e dare ai propri clienti la sicurezza delle strategie di decision making.

OBIETTIVI

Tutelare l'impresa
Ottenere l’esenzione della responsabilità amministrativa d’impresa
Tutelare i lavoratori
Circoscrivere le fattispecie di reato alle persone che l’hanno commesso
Tutelare i soci e i manager
Evitare di far ricadere la responsabilità sul management e sulla proprietà

 

FRAMEWORK OPERATIVO

RISK ASSESSMENT STRATEGICO

Ricognizione strategica esterna, mediante analisi del mercato di riferimento, ed interna, mediante analisi della situazione economica, finanziaria e patrimoniale, del portafoglio clienti/servizi, dell’efficienza operativa e del modello societario, di governance e organizzativo. L’output atteso è una mappatura dei Rischi di Business, collegati al settore in cui opera l’azienda, e dei Rischi Strategici, collegati alle caratteristiche dell’azienda in relazione al contesto competitivo in cui opera.

RISK ASSESSMENT OPERATIVO

Riconduzione dei rischi identificati nella fase di Risk Assessment Strategico ai processi aziendali e l’analisi dei principali processi operativi aziendali e identificazione dei relativi rischi operativi derivanti da eventi esterni, personale, processi, sistemi e procedure. L’output atteso è una mappatura dei Rischi Operativi relativi ai processi aziendali e l’identificazione dei fattori rischio.

VALUTAZIONE DEI RISCHI

Ponderazione dei rischi in funzione del livello di severità (impatto) e della probabilità di accadimento (frequenza), costruzione di matrici di prioritizzazione dei rischi e rappresentazione del livello di rischio complessivo dell’azienda attraverso una Overall Risk Scorecard.

RISK MANAGEMENT PLAN

Identificazione delle aree di intervento e delle potenziali soluzioni a riduzione/copertura dei rischi operativi e di business (strumenti di governance, revisione processi, organizzazione e coperture assicurative), definizione degli ambiti di lavoro e della roadmap per l’attivazione degli interventi di riposizionamento strategico (piano industriale).