EUROPA CREATIVA: CONTRIBUTI PER LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI DEL SETTORE AUDIOVISIVO

Nel quadro del sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa è stato pubblicato il bando EACEA/09/2018 per il sostegno alla formazione. L’obiettivo della call è facilitare l’acquisizione e il miglioramento delle capacità e delle competenze dei professionisti dell’audiovisivo, compreso l’uso delle nuove tecnologie digitali, in modo da garantire l’adattamento agli sviluppi del mercato e la sperimentazione di nuovi modi di narrazione, nuovi approcci di audience development e nuovi modelli di business.

I progetti da candidare possono riguardare una delle seguenti categorie di azioni:

  1. AZIONI EUROPEE: azioni mirate all’acquisizione e al miglioramento di capacità e competenze che permettano ai professionisti di operare prevalentemente in Europa;
  2. AZIONI INTERNAZIONALI: azioni mirate allo sviluppo di competenze, conoscenze e capacità che consentano ai professionisti europei di operare fuori dall’Europa attraverso lo sviluppo di reti e la collaborazione con professionisti non europei;
  3. AZIONI REGIONALI: azioni volte a rafforzare le capacità dei professionisti dei Paesi a bassa capacità di produzione.

Le azioni di formazione possono riguardare i seguenti campi:

  • audience development, marketing, nuove forme di distribuzione e sfruttamento, comprese quelle basate sulle tecnologie digitali più moderne, in particolare per intercettare il pubblico più giovane;
  • gestione finanziaria e commerciale al fine di migliorare la capacità di accedere agli strumenti finanziari e a nuovi modelli di business;
  • sviluppo e produzione di opere audiovisive, compresa l’innovazione nello sviluppo di contenuti (storytelling, nuovi format per tutte le piattaforme), la condivisione delle conoscenze e la capacità di networking;
  • capacità di integrare le opportunità offerte dalle tecnologie digitali per garantire l’adattamento agli sviluppi del mercato.
Destinatari
Le azioni di formazione devono essere destinate a professionisti dell’industria audiovisiva quali:

  • fornitori di contenuti nel settore dei nuovi media,
  • professionisti del settore dell’animazione,
  • professionisti della post-produzione,
  • commissioning editors,
  • produttori,
  • registi,
  • agenti di vendita,
  • distributori,
  • sceneggiatori,
  • scrittori.

Destinatari delle attività possono essere anche i professionisti del settore finanziario, bancario e legale che operano con l’industria audiovisiva.

La maggioranza dei partecipanti alle attività di formazione devono avere nazionalità diversa da quella del proponente di progetto.

Paesi ammessi
Possono partecipare al bando organismi operanti nel settore audiovisivo (scuole di cinema e televisione, istituti specializzati di formazione, imprese private, associazioni e organizzazioni del settore audiovisivo..) che siano stabiliti in uno dei Paesi ammissibili al sottoprogramma MEDIA. Attualmente tali Paesi sono (per i Paesi non UE l’elenco è aggiornato al 28/09/2017):

  • Stati UE (In considerazione della Brexit, si ricorda che se il Regno Unito esce dall’UE durante il periodo di concessione della sovvenzione senza concludere un accordo che garantisca che i candidati britannici continuano ad essere ammissibili, eventuali proponenti/partner del Regno Unito potranno non ricevere più i finanziamenti UE oppure essere invitati a lasciare il progetto);
  • Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia);
  • Paesi candidati effettivi e potenziali (solo Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia);
  • Paesi PEV (solo Georgia, Moldova, Ucraina, Tunisia).
Agevolazione concessa
Il sostegno dell’UE previsto dal bando consisterà in un Accordo quadro di partenariato della durata di 3 anni (si tratta dell’ultimo bando per la formazione che viene pubblicato nell’ambito di Europa Creativa).

Il contributo finanziario potrà coprire fino al 60% dei costi totali ammissibili del progetto nel caso di azioni europee, oppure fino all’80% in caso di azioni internazionali e regionali.

Risorse
Le risorse complessive a disposizione del bando ammontano a 7,5 milioni di euro con i quali si prevede di finanziare 55 progetti.
Scadenza
Le candidature devono essere presentate entro le ore 12 (ora di Bruxelles) del 26/04/2018.
CONTATTA IL CONSULENTE E OTTIENI INFORMAZIONI